Il Barcellona fa la storia e passa ai quarti

Vista per voi

Commentare una partita del genere è veramente difficile. Una rimonta del genere era impronosticabile non solo alla vigilia, ma anche a partita in corso, fino a quando l'arbitro non ha fischiato un rigore molto discutibile al Barcellona al '90.
L'impresa disperata era quasi riuscita ai blaugrana che sentivano il sangue del PSG a inizio secondo tempo dopo la trasformazione di un altro rigore, quello del 3-0. Ma a levare l'agognato traguardo ci aveva pensato Cavani che aveva scagliato in rete da pochi passi la rete del 3-1. Quella che costringeva il Barcellona a segnarne altri 3. Quelli che sono arrivati negli ultimi minuti in una sequenza incredibile che lascia senza fiato. Luis Enrique aveva preparato la partita in maniera molto intelligente: una squadra votata all'attacco con l'inserimento di Rafinha esterno larghissimo sulla destra, Neymar sulla sinistra e Messi e Suarez al centro. La gara si sblocca subito come desideravano i padroni di casa con l'uruguaiano che sfrutta la confusione nell'area francese e batte Trapp con un colpo di testa che viene respinto solo quando aveva ormai varcato la linea. Un inizio shock con il PSG che non esce dalla propria area di rigore e soffre terribilmente. Ma in difesa lascia veramente pochi spazi, tanto che Neymar deve tentare da fuori sfiorando il palo. PSG che difende strenuamente e Barca che attacca: la gara vive una fase di stallo. Finché ancora una volta la difesa francese si fa male da sola. Scambio sullo stretto con Iniesta che arriva davanti al portiere; è chiuso ma si inventa un colpo di tacco che Kurzawa spazza malamente nella propria porta.
In apertura di secondo tempo il 3-0 con un altro regalo di Mounier che scivola scontrandosi con Neymar e Messi trasforma il rigore. Il palo di Cavani sembra dare un'ulteriore prova della serata storta dei parigini che però qualche minuto dopo si riscattano proprio con Cavani che insacca per il 3-1. Servirebbe un'impresa che non sembra poter arrivare: il Barcellona è sulle gambe, in contropiede si aprono spazi invitanti che né Di Maria, né Cavani riescono a cogliere. E nel finale il colpo di coda dei blaugrana che riaprono la contesa con la perfetta punizione di Neymar. Il quale si prende la pesantissima responsabilità del rigore del 5-1. E in un momento di pura estasi calcistica disegna la parabola che, quasi allo scadere del 95', manda in rete Sergi Roberto, in paradiso i catalani e all'inferno i parigini. Una gara che verrà conservata negli annali del calcio insieme a tante altre rimonte. Una storia scritta negli ultimi minuti; dalla parte sbagliata del racconto finisce il PSG, ancora una volta eliminata prematuramente. E questa volta la sensazione è che faccia ancora più male.

Tabellino e pagelle

Barcellona 6-1 Paris Saint Germain: 3' Suarez, 40' aut. Kurzawa, 50' Messi, 62' Cavani, 88'-90' Neymar, 95' Sergi Roberto

Barcellona(3-3-1-3):  Ter Stegen 6,5; Mascherano 6,5, Pique 6,5, Umtiti 6; Rakitic 7(84' Gomes s.v.), Busquets 6,5, Iniesta 6,5(65' Arda Turan 6); Messi 7; Rafinha 6,5(76' Sergi Roberto 7), Suarez 7,5, Neymar 8,5; Luis Enrique 8

Paris Saint German(4-3-3): Trapp 5; Mounier 5(48' Krychowiak s.v.), Thiago Silva 5, Marquinhos 5, Kurzawa 4,5; Matuidi 5,5, Verratti 5,5, Rabiot 5; Lucas 4,5(55' Di Maria 5,5), Cavani 6, Draxler 5(75' Aurier 5); Emery 4,5