Il mese della verità

Secondo i piani di Massimiliano Allegri, la Juve dovrebbe rimanere in scia delle prime del campionato e in corsa per la Champions in primavera per poi giocarsi tutto nella parte calda della stagione. Una scommessa, un rischio che ha pagato sia l'anno scorso sia nelle precedenti stagioni.
Dybala e Higuain: un binomio che dovrà trascinare la Juve in questo dicembre(fonte foto: pagina facebook ufficiale Gonzalo Higuain)

Per Allegri è meglio partire in sordina cercando di portare a casa il risultato anche senza strabiliare col gioco per arrivare poi a febbraio/marzo nel pieno delle energie psico-fisiche. Ma la riuscita di questa non semplice impresa è legata fortemente a questo mese di dicembre che metterà la Juve di fronte a diversi scontri diretti, decisivi per il prosieguo della stagione. Il mese si apre proprio con la grande sfida del San Paolo contro il Napoli: impegno che potrebbe già tracciare la rotta. I bianconeri a Napoli, dal loro ritorno in serie A, hanno vinto soltanto una volta: nella stagione 2014/15 con gol di Pogba, Caceres e Vidal. Basta questo dato a far capire le difficoltà ambientali che si sommano a quelle tecniche per una sfida mai così equilibrata. Quest'anno i partenopei giocano bene e gli schemi di Sarri sono stati ancor più assimilati da Mertens e compagni che guardano tutti dall'alto. E una vittoria, dall'una o dall'altra parte, potrebbe spostare di molto i futuri destini per le ricadute soprattutto sul piano psicologico. Ma gli esami importanti sono appena all'inizio perché martedì c'è un'altra trasferta fondamentale: la Juve va ad Atene per completare il girone di Champions contro l'Olympiakos. In Europa, come spesso accade in questo periodo, la situazione è ancora in bilico per via di alcuni risultati deludenti(il pareggio a Lisbona ancor prima che i tre gol presi a Barcellona): la vittoria è necessaria per il passaggio del turno ma potrebbe anche non servire. In terra greca, però, i vicecampioni d'Europa trovarono più di qualche difficoltà 3 anni or sono quando persero proprio al Pireo per 1-0.
Fonte foto: pagina facebook ufficiale Paulo Dybala
Altro snodo di campionato ci sarà il weekend successivo con la sfida all'Inter di Spalletti ancora imbattuta. I nerazzurri sono eccezionalmente solidi e hanno superato a pieni voti anche l'esame San Paolo, uscendo indenni e con la porta inviolata. Il tecnico tosano ha portato le sue idee e il suo credo tattico all'ombra della Madonnina riuscendo a far esprimere al meglio una squadra con talento, ma in passato troppo confusa. Buon ultima, arriverà, sotto Natale, anche la sfida alla Roma di Di Francesco. Allo Juventus Stadium i giallorossi sono sempre usciti sconfitti. L'anno scorso fu decisivo, sempre a dicembre, Gonzalo Higuain con un gran gol. La fine di quest'ciclo intenso ci dirà se la Juve ha ancora la forza per poter arrivare fino in fondo. Allegri conosce bene i momenti salienti di una stagione e sicuramente avrà preparato la squadra a un mese così pieno di insidie. Per arrivare in primavera bisogna necessariamente passare per l'inverno.