Magico Leicester: storica qualificazione ai quarti

Vista per voi

Grande notte di calcio al King Power Stadium di Leicester: ieri sera le Foxes hanno aggiunto un altra pagina al loro libro dei miracoli. Finisce 2-0 per i padroni di casa che, orfani di Mister Ranieri, riescono a ribaltare lo svantaggio minimo rimediato a Siviglia, qualificandosi per i quarti di Champions League. Miracolo finito, invece, per i biancorossi che dopo 3 anni di vittorie in Europa restano a bocca asciutta.
La splendida cornice del King Power deve aver avuto effetto sugli spagnoli, che non sono riusciti a gestire mai il vantaggio; i ragazzi di Shakespeare compensano lo scarto tecnico con la loro proverbiale tenacia ed il loro atletismo, costringendo il Siviglia nella sua metà campo. Già al 27' il capitano Morgan porta il Leicester in vantaggio, deviando fortunosamente in rete l'assist di Mahrez. Il Siviglia prova a far valere la superiorità tecnica ma l'occasione migliore, al 54', è solo una traversa di Escudero.
Pochi secondi dopo Albrighton sfrutta una carambola da fuori area e raddoppia con un gran tiro. Lo stadio esplode, e gli spagnoli si innervosiscono: la partita si fa dura e fioccano i gialli. Al 74' scoppia una lite tra Vardy (che esagera) e Nasri; per il francese è la seconda ammonizione. Anche in 10 il Siviglia ci prova, e ha l'occasione di pareggiare il conteggio totale dei gol portando N'zonzi sul dischetto. Schmeichel, autore del fallo, para il penalty come nell'andata, diventando l'eroe della qualificazione. Nel finale un paio di gol sprecati dai padroni di casa, che poi festeggiano la prima storica qualificazione ai quarti di Champions League.
Sono tre su tre per Shakespeare, che dopo le vittorie con Liverpool e Hull centra una qualificazione che, sebbene non impossibile, sembrava ben poco scontata alla vigilia.
E chissà se la favola continua.

Tabellino e pagelle

Leicester 2-0 Siviglia: 27' Morgan, 55' Albrighton

A cura di Gabriele Santese