Scoop Telegraph: Allardyce out e scoppia il premier gate

La notizia è ormai sulla bocca di tutti: un inganno ben architettato del Daily Telegraph ha incastrato l'ormai ex ct della nazionale inglese Sam Allardyce; e non c'è solo lui nello scandalo. 


Alcuni reporter investigatori del giornale britannico si sono camuffati da potenti uomini d'affari orientali e hanno chiesto consigli al ct per aggirare le regole sulla terza proprietà dei calciatori. Allardyce (registrato di nascosto durante il colloquio) ha accettato in appena venti minuti la proposta di volare a Singapore ed Hong Kong per intermediare all'illecito per la cifra di 400 mila sterline. Per il ct -prodigo di consigli volti ad aggirare le regole e anche di commenti poco eleganti verso Hodgson, il principe Harry e il futuro re William- non c'era alcuna possibilità di restare sulla panchina dei Lions. Travolto dallo scandalo, è stato licenziato in tronco dalla federazione che per le prossime 4 partite darà la guida a Southgate, l'allenatore dell'Under 21. Per i possibili successori tornano di moda i nomi di Mancini, Blanc e Van Gaal.
Intanto il Telegraph assicura che non è tutto: almeno dieci allenatori della Premier avrebbero intascato tangenti. Quali saranno le prossime rivelazioni del quotidiano? e quali le vittime?
Queste le prime parole di Allardyce sulla questione: "Ovviamente ho deciso di lasciare. Devo solo riflettere sul da farsi. Tutti sanno quello che ho fatto per 30 anni nel calcio, il giudizio delle persone dopo quel video è cambiato in maniera troppo repentina. Il contratto è stato rescisso in maniera molto amichevole con la FA. Mi dispiace e mi scuso per quello che ho fatto, adesso devo solo riflettere"
A cura di Gabriele Santese